NEWS E COMUNICATI STAMPA


NEWS E COMUNICATI STAMPA


PROSSIMO INCONTRO


RISULTATO ULTIMO INCONTRO


SEGUI IL POMIGLIANO SU FACEBOOK!

A.s.d. Calcio Pomigliano - Official page | Promuovi anche tu la tua pagina


SPONSOR

SONDAGGIO

Contro il
Monterotondo sfida-
verità: come finirà?

0-0
1-0
2-0
0-1
0-2
1-1
1-2
1-3
Altro...

Risultati


Battesimo sardo per i granata nel raggruappamento G per quel concerne il prossimo torneo di quarta serie, edizione 2011/12. Al Gobbato, il 4 settembre, sbarcherà il Seargius. La prima trasferta sarà a Sora contro i bianconeri di Luiso: il 27 novembre il grande appuntamento all'Arechi di Salerno. Clicca qui per vedere tutti gli appuntamenti dei granata di mister Monti: L'A.S.D Calcio Pomigliano tutta, i componenti dello staff tecnico e sanitario, i calciatori e i collaboratori di tutte le compagini che fanno capo al club granata e tutti i tifosi pomiglianesi estendono i loro auguri più sinceri al signore degli spogliatoi granata ENZO BARELLA e al nostro factotum ENZO CUCCURULLO che, nella giornata di oggi, festeggiano l'onomastico. Un grande abbraccio e un ringraziamento speciale per tutto quello che fate per questa magica storia chiamata Pomi. Il girone di ritorno dei ragazzi di mister Giovanni Ferraro è davvero da applausi. In 13 gare giocate finora, Loreto e compagni hanno collezionato la bellezza di 9 vittorie, 3 pareggi e una sola sconfitta. 57 punti in graduatoria per i pomiglianesi: a 59 c'è il Gaeta, mentre Nardò e Casarano sono staccati rispettivamente di 4 e 5 lunghezze. I SUCCESSI 27 punti (9 vittorie) sono stati conquistati, fuori casa, contro Francavilla Fontana, S.Antonio Abate, Grottaglie e Fortis Murgia (al "Viviani" di Potenza); tra le mura amiche, invece, le vittime granata sono state Ischia, F.Trani, Casarano, Francavilla in Sinni, Ostuni. 3 "SEGNI X" I pareggi sono arrivati a Capriati al Volturno (1-1), a Battipaglia (1-1) e in casa a porte chiuse con l'Arzanese. IL FLOP L'unica sconfitta del girone di ritorno, al momento, resta quella del "Riciniello" di Gaeta (3-0) GLI ATTACCANTI IN GOAL Auricchio detiene lo scettro con 14 sigilli stagionali; a seguire Pastore (6 goal), Lupico (5 goal) e Maffucci (2 reti).

Casertana – Turris e Pomigliano – Arzanese: si comincia già questo sabato. La vincente alla fase nazionale assieme alla Forza e Coraggio. Il calendario dell’ultima giornata del girone L ha regalato le ultime emozioni del torneo. Il Pomigliano doveva vincere per scavalcare in classifica (grazie agli scontri diretti) la Casertana, ma sono stati proprio i falchetti ad espugnare il “Gobbato” e a presentarsi così al post season forti della seconda posizione in classifica. Nell’altro scontro diretto al vertice, l’Arzanese batteva la Turris scavalcandola a sua volta in graduatoria grazie alla classifica avulsa, e rendendo così inutile il successo della Viribus sul S. Antonio Abate. Chiude in bellezza la Forza e Coraggio, già campione da un mese: i sanniti liquidano l’Angri e si presentano nelle migliori condizioni alla fase nazionale, che inizierà il 30 aprile e che vedrà partecipare anche la vincente dei playoff di girone. Semifinali già questo sabato, finale il 16 aprile. Regolamento identico a quello dei playoff “senior”: in caso di parità nei 90 minuti (più eventuali supplementari), passa il turno la squadra meglio piazzata nella regular season. Nelle restanti gare di quest’ultima giornata, vittorie per il Nola contro il Sapri e per la Sibilla in casa del Real Nocera. Non si presenta, invece, l’Eboli ad Ischia. 26° GIORNATA ATLETICO NOLA - SAPRI 2-1 POMIGLIANO - CASERTANA 2-3 FORZA E CORAGGIO - ANGRI 6-0 ISCHIA - EBOLITANA 3-0 tav.

Perché amiamo guardare il calcio

Il calcio è una delle più grandi passioni che caratterizzano la cultura italiana e l’hanno resa famosa a livello internazionale in tutto il mondo. Ciò è dovuto principalmente al forte rapporto instauratosi tra tifoseria e squadre in gioco, e al ruolo che assume il calcio all’interno della vita quotidiana, sin dai primi anni della nostra infanzia. Giocare a calcio significa esprimere se stessi in un’attività sportiva che richiede il massimo impegno, una grande capacità di autocontrollo e il sapere fare affidamento sui propri compagni di squadra.

Infatti, non bastano le potenzialità fisiche e la velocità a rendere un giocatore qualunque un professionista di alto livello: alcune caratteristiche essenziali riguardano la passione che una persona mette in tutto quello che sta facendo e l’abilità di apprendere dai propri errori per migliorarsi, qualunque sia l’esito di una partita. Non è un caso che l’Italia, come squadra nazionale, possa vantare un importante numero di vittorie e di ottimi piazzamenti in competizioni ufficiali, che si svolgono in maniera continuativa e che coinvolgono diversi Paesi del mondo.

Dobbiamo ricordare però che non esiste una squadra nazionale senza il supporto e il sostegno di piccole società calcistiche e squadre che operano localmente e che contribuiscono ad accrescere l’interesse delle persone verso tale disciplina sportiva. Si può guardare una partita di calcio in compagnia di amici, fidanzati o accompagnatrici dal http://www.escortforumit.xxx condividendo con loro tutta la passione per questo sport, tifando la squadra del proprio cuore e scambiando commenti e giudizi sulle prestazioni di ciascun giocatore in campo. Per esempio, si può godere di un’emozionante match calcistico che vede come protagonista ufficiale la squadra di calcio del Pomigliano, società calcistica italiana situata nella zona di Pomigliano d’Arco a Napoli, che si è distinta in numerosi occasioni per via del talento e della determinazione dei suoi giocatori ed allenatori.

Alla fine è proprio questo il bello del calcio ed è ciò che ci tiene incollati allo schermo per più di un’ora, quando si tratta di una partita ufficiale. Sentirsi parte di una comunità di tifosi che apprezza il lavoro di squadra e le performance dei singoli giocatori: un cross ben piazzato, una parata incredibile, un rigore andato a buon fine, una vittoria decisamente meritata, una sconfitta che poteva essere evitata, un pareggio che lascia con l’amaro in bocca. Ci piace valutare come ogni singola azione faccia parte di una tattica di gioco molto più ampia e ci piace vedere ( e a volte criticare) le scelte di gioco degli allenatori, scelte di solito basate sui punti di forza dei membri della propria squadra.

Oltre a vedere una partita in televisione, gli italiani apprezzano molto osservare lo svolgimento del gioco dal vivo, potendo così tifare la squadra amata attraverso canti e cori di incitazione e motivazione. Ammirare con i propri occhi uno stadio pieno di escorts Venezia o gente riunita per via di una passione comune è una delle sensazioni più coinvolgenti e soddisfacenti che si possa mai provare nella propria vita. Ed un’esperienza unica per potersi avvicinare all’affascinante mondo del calcio e a tutto ciò che lo circonda.